Agevolazioni fiscali per reti d’imprese

Previste agevolazioni fiscali per le aziende che stipulano contratti di rete: gli utili non concorrono al reddito d’impresa.

Nel 2011 sono stati stanziati circa 20 milioni di euro per finanziare le agevolazioni, per il 2012 e 2013 sono previsti altri 14 milioni di euro.

Ad oggi i contratti di rete sono poco più di 60 ed interessano circa 338 imprese, alle quali è stato riconosciuto un contributo a credito d’imposta del 75%.

Per usufruire dell’agevolazione, le aziende stipulano un contratto di rete con atto notarile: in questo modo, gli utili destinati al progetto comune non concorrono a formare il reddito d’impresa. Il tetto massimo per il vantaggio fiscale è pari ad 1 milione di euro per ciascuna azienda.

Un sondaggio presentato dal Ministero dello Sviluppo Economico, ha svelato le motivazioni principali che hanno spinto le attuali aziende coinvolte a siglare un contratto di rete: creazione di un marchio di rete, riduzione del prezzo di acquisto delle materie prime, più forza sui mercati internazionali.

Per maggiori informazioni vai al sito dell’Agenzia delle Entrate.

Questa voce è stata pubblicata in Contributi, Innovazione, Pianificazione strategica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...